Implantologia
Osteointegrazione

  • L'osteointegrazione è il processo con cui una vite sita nell'osso e lasciata riposare, cioè non sottoposta a carico, per un periodo di circa 3 mesi nel mascellare inferiore e di circa 6 mesi nel mascellare superiore, si integra nell'osso. La procedura operativa consta di due fasi:
    • apertura della gengiva e inserimento di strutture, a forma di vite, in titanio altamente purificato, puro, materiale biocompatibile con qualità uniche di unirsi al tessuto vitale, che farà da "radice" nell'osso;
    • dopo 3-6 mesi, riapertura della gengiva, inserimento di una connessione vite-dente (moncone) costituita da cilindri di titanio/lega preziosa che, emergendo dal margine gengivale, consentono l'applicazione del dente o dei denti (struttura protesica fissa e/o mobile). Il tutto avviene in anestesia locale.
  • Per ottenere un buon risultato è indispensabile avere una buona quantità di osso sia in altezza sia in spessore. Se l'osso è assottigliato o comunque scarso si può ovviare con una tecnica di rigenerazione guidata dei tessuti che permette di ricreare osso dove manca, con prelievi ossei del paziente stesso o con l'inserimento di materiali sostitutivi.
  • I risultati ottenuti con questa tecnica sono ottimi: la maggioranza dei pazienti percepisce la protesi osteointegrata come una parte del proprio corpo.