Ortodonzia
Ortognatodonzia

  • L'ortognatodonzia ha due obiettivi principali:
    • la correzione dei rapporti tra mascella e mandibola;
    • il "raddrizzamento", l'allineamento dei denti.
  • Per correggere i rapporti tra mascella e mandibola è necessario intervenire il più presto possibile ovvero quando il soggetto è ancora in cresita. Ecco perchè molto spesso gli apparecchi vengono utilizzati nei bambini.
  • Quando invece l'obiettivo è quello di allineare i denti, si può tranquillamente aspettare l'età in cui sia presente tutta la dentatura permanente: i denti possono venire "raddrizzati" a qualsiasi età!
  • Gli unici ostacoli alla terapia ortognatodontica sono costituiti dalla scarsa igiene orale (poichè la presenza di placca, associata allo spostamento dei denti, porta a perdita irreversibile di osso di supporto ai denti stessi) e dalla presenza di particolari malattie locali (parodontite) o generali (es. diabete).
  • Il trattamento ortognatodontico prevede l'uso di apparecchiature rimovibili o fisse nel cavo orale: negli adulti, disolito, vengono impiegate quelle fisse; nei soggetti in crescita possono essere impiegate le une o le altre a seconda delle necessità.
  • I risultati della terapia ortognatodontica non sono immediati. Per vedere i primi miglioramenti bisogna aspettare qualche mese ed oltre, affinchè essi siano stabili nel tempo, bisogna far seguire al trattamento l'uso di dispositivi (fissi o mobili) che mantengano i risultati ottenuti.

Posizionatore mobile

Splintaggio fisso

  • In generale, al termine di un trattamento ortognatodontico, i pazienti sono soddisfatti del miglioramento della masticazione e del loro sorriso!