Parodontologia
I Batteri

  • La bocca è colonizzata da più di 350 specie di microorganismi patogeni (batteri) prevalentemente anaerobici. I microorganismi degni di nota sono:
    • Streptococcus mutans, è l'organismo principale nell'eziologia della carie dentale.
    • Streptococcus sanguinis, rappresenta il 50% degli streptococchi della placca dentale ed è implicato nel 50% circa dei casi di endocardite batterica subacuta.
    • Streptococcus salivarius, rappresenta il 50% degli streptocicchi contenuti nella saliva.
    • Streptococcus milleri, implicato nella formazione degli ascessi dentali ed in altre parti del corpo.
    • Lactobacillus, colonizzatore secondario nella carie, colpisce sopratutto la dentina.
    • Porphyrius monas gingivalis, anaerobo obbligato, è associato alla parodontite rapidamente progressiva.
    • Prevotella intermedia e prevotella denticola.
    • Fusobacterium, anaerobo obbligato, ritenuto il patogeno principale nella gengivite ulcerosa acuta.
    • Borellia Vincenti, è la più grossa spirocheta orale.
    • Actinobacillus A., gram negativo, è presente nella parodontite giovanile e nella parodontite rapidamente progressiva.
    • Actinomyces Israelii, è la principale causa di Actinomicosi, infezione rara nella bocca, è implicato nella carie della radice.
    • Candida Albicans, patogeno orale opportunista.
    • Spirochete, anaerobi obbligati, fortemente implicati nella malattia parodontale, presenti nella bocca di tutti i soggetti adulti. La Borellia, il Treponema e Leptospira appartengono tutti a questa famiglia.
  • La placca nella malattia parodontale
    • vi è correlazione tra quantità ma sopratutto di qualità di placca al margine cervicale dei denti e la grvità della malattia parodontale.
    • In particolare la "vecchia placca" con il suo elevato contenuto di anaerobi viene detto tartaro.
  • Il tartaro, è un deposito calcificato sul margine cervicale dei denti, derivante dalla mineralizzazione dei depositi di placca. Può essere di tipo:
    • Sopragengivale, di solito è di colore giallo ma può assumere tonalità più scura, si forma nell'arco di due settimane.
    • Subgengivale, è sito sotto il bordo gengivale adeso alla radice dei denti, si presenta di colore marrone. Può essere individuato dall'odontoiatra con uno specillo (sonda) o radiograficamente, si forma in diversi mesi.
  • Effetti patologici del tartaro:
    • Il tartaro subgengivale, in particolare, è associato alla malattia parodontale in quanto la sua presenza rende difficile ottenere un'igiene orale adeguata. La placca è il principale fattore eziologico in tutte le forme della malattia parodontale.
  • I fattori di modifica locali e sistemici influenzano il progredire della malattia.
    • Fattori sistemici:
      • Stato dell'immunità;
      • Stress;
      • Funzionalità endocrina;
      • Fumo;
      • Farmaci;
      • Età;
      • Nutrizione.
    • Fattori locali:
      • Posizione e morfologia del dente;
      • Tartaro;
      • Margini incongrui delle otturazioni e/o delle corone dentali;
      • Trauma occlusali;
      • Stato mucogengivale.