Pedodonzia
Terapia Pulpare

  • La terapia pulpare dei denti decidui differisce da quella eseguita nei denti permanenti in quanto i denti decidui presentano una anatomia diversa.
  • Una caratteristica dei denti decidui è che le radici si riassorbono nel tempo, il germe del dente permanente prosegue nella sua formazione fino al raggiungimento completo dell'elemento dentale.
  • Quando il processo carioso ha messo a repentaglio la vitalità pulpare vi sono due alternative:
    • Terapia pulpare: PULPOTOMIA, è la terapia d'elezione dei denti decidui, si effettua la rimozione della polpa coronale e trattamento della polpa radicolare.
    • Estrazione: viene effettuata solo se indispensabile e/o non vi siano alternative.

    Conseguenze della perdita prematura del dente deciduo:

    • Alterazioni dei repporti occlusali.
    • Estrusione degli elementi dentari privi di antagonista.
    • Migrazione verso lo spazio libero dell'arcata dei denti contigui.
    • Affollamento dentale.
    • Ritenzione del dente permanente.
    • Perdita del sostegno saggitale e verticale.
    • Rallentamento dello sviluppo alveolare.
  • L'APECIFICAZIONE si esegue nel paziente pedodontico ma interessa i denti permanenti già erotti che presentano "Apice Beante", cioè l'apice del dente permanente non ha ancora raggiunto la sua conformazione definitiva, quindi significa che è ancora aperto. Si esegue su denti che hanno subito un trauma o a seguito di una pulpite irreversibile.

    L'obiettivo dell'Apecificazione è di stimolare la formazione di una barriera apicale di tessuto duro, cioè un ponte di dentina che determini la formazione corretta dell'apice radicolare.

    DISEGNO O RX