Protesi Fissa

  • La funzione principale di una protesi è di permettere il ripristino morfo-funzionale dell'apparato stomatognatico le cui funzioni sono:
    • Masticazione
    • Deglutizione
    • Fonazione.
  • Eventuali modificazioni, come ad esempio la perdita di dimensione verticale, possono determinare l'insorgenza di patologie a carico dell'articolazione temporo-mandibolare, l'insorgenza di cefalee, dolori cervicali, dolori lombari.
  • La funzione masticatoria può essere ripristinata in vari modi:
    • Protesi fissa tradizionale (ancorata ai propri elementi dentali).
    • Protesi fissa su impianti osteointegrati.
    • Protesi mobile (rimovibile).
    • Protesi cosidetta mista (amoinamovibile): in parte fissa ed in parte mobile.
  • La base di partenza per un buon successo protesico, come del resto in tutta l'odontoiatria, è l'alleanza terapeutica paziente - odontoiatra.
  • Prima di iniziare qualsiasi iter protesico è necessario:
    • L'esame clinico: il tipo di protesi che si dovrà realizzare è una decisione che va presa esaminando innanzitutto l'aspetto del paziente.
    • L'esame extra orale: si prendono in considerazione l'aspetto, il sorriso, le pieghe presenti sul viso del paziente, la fonesi, la presenza di abitudini viziate.
    • Analizzare la forma del viso, è molto importante perchè è uno degli elementi fondamentali di valutazione che determina la scelta della forma degli elementi dentari protesici, c'è una stretta relazione tra forma del viso e degli elementi dentari.
    • Analizzare il sorriso: la visibilità dei denti, la visibilità dei tessuti molli, in quanto sorridiamo ciascuno in modo diverso ed esponiamo i denti o i tessuti molli in modo diverso.